L’abito fa il monaco

Nella seconda metà degli anni Sessanta e per tutti i Settanta, una delle frasi più ricorrenti in quegli anni di rivoluzione culturale e non solo, era proprio la famigerata l’abito non fa il monaco. Della serie potevi andar vestito anche come uno straccione, ma se aprivi bocca, allora si che si poteva (o doveva) vedere di che pasta eri. O al contrario potevi metterti pure in ghingheri ma se il
Continua a leggere...

Maledetto cellulare

C’è chi ne ha uno, chi due e alcuni addirittura tre, sto parlando dei cellulari, ormai quasi tutti smartphone. Molti li usano per lavoro, evidenziando il numero sul sito, sulla pagina Facebook e in tutte le comunicazioni pubblicitarie che fanno. Eppure c’è ancora chi viene contattato e, riconosca o meno il numero chiamante, non risponde e non richiama, compresi i messaggi. Tempo fa ho chiamato il numero di cellulare di un
Continua a leggere...

Come “trattare” i clienti

Nel 2006 grazie ad un amico acquistai un auto di un prestigioso marchio tedesco presso una concessionaria di Modena. Valse la pena fare centinaia di chilometri per lasciare la vecchia e prendere la nuova auto, visto che tramite l’amico mi trattarono davvero bene nel prezzo. Ma le sorprese positive non erano finite. Una in particolare mi colpì per l’attenzione rivolta al nuovo cliente e la cura a me riservata. Al
Continua a leggere...

5 cose da fare prima di inaugurare un’attività commerciale

Nei miei lunghi anni di lavoro sul campo, a oggi ne sono più di 34, ne ho viste tantissime di attività debuttare nel “commercio”. Negli ultimi anni però riscontro un modo di fare che è il peggiore per annunciare al mondo ehi ci sono anch’io! Vedo neo proprietari di attività che spendono tanti soldi in arredamento, attrezzature, insegne, strumenti vari e poi quando aprono ufficialmente, quattro gatti sanno della loro apertura
Continua a leggere...

Se ti fermi sei perduto

Questa foto ritrae Downtown di Los Angeles di notte e la sensazione che vivo nel guardare questa foto, o meglio il ritocco ad essa apportato, è quella della velocità. Ci sono stato nella città degli angeli, due volte a distanza di 10 anni l’una dall’altra. A dispetto della foto e del suo effetto dinamico, mi è sembrata tutt’altro che frenetica Los Angeles, non come New York per lo meno. E’
Continua a leggere...